Filippo Home Design

Maschera “Guerriero” Africana Anni ’40

Maschera “Guerriero”, Africa 1940 circa, è una maschera a dir poco particolare, con una figura offensiva a causa delle punte, che simboleggia il guerriero.

Condizioni: Ottime

Passaggi di Restauro: Nessuno

Misure: 38cm – 28cm

Disponibile


Descrizione

La maschera africana degli anni ’40, rappresentante “il guerriero,” è un’opera straordinaria scolpita da un’antica radice di legno, che trasuda storia e significato profondo. Questa maschera incarna la forza, il coraggio e l’essenza del guerriero africano.

Scolpita da un pezzo unico di radice di legno, presenta una superficie irregolare e nodosa, evidenziando l’uso di materiali naturali e autentici. Questa scelta di legno di radice conferisce all’opera un aspetto antico e primitivo, sottolineando l’importanza della tradizione e della connessione con la terra.

La caratteristica più distintiva di questa maschera sono gli spuntoni offensivi che rientrano verso l’interno del volto che del guerriero. Questi spuntoni sembrano zanne affilate, che si protendono dal bordo della maschera, evocando una sensazione di ferocia e potenza. Le zanne conferiscono al guerriero un aspetto intimidatorio, simboleggiando la sua capacità di difendere la sua tribù e la sua terra.

Il volto della maschera è scolpito con dettaglio e maestria, con occhi profondi che sembrano scrutare l’orizzonte in cerca di minacce. La maschera è decorata con pigmenti naturali e tessuti tribali, che conferiscono un tocco di colore e autenticità.

Questa maschera africana degli anni ’40 rappresentante “il guerriero” è un esempio straordinario dell’arte tribale africana, che cattura l’immaginazione con la sua combinazione di potenza, bellezza e tradizione. Ogni tratto scolpito e ogni zanna affilata raccontano una storia di coraggio e determinazione, celebrando il ruolo centrale del guerriero nella difesa della sua comunità e del suo territorio. Questa maschera è un tesoro culturale che continua a ispirare e a incantare con il suo simbolismo intriso di profonda spiritualità tribale e connessione con la natura.